FED la terza banca centrale per sciogliere il dramma, ma l’USD non è ancora impressionato

Banche centrali e governi sono stati presi dal panico durante la prima ondata di coronavirus in primavera, anche se ciò era giustificato, dal momento che l’economia globale è entrata in una rapida recessione. I governi e le banche centrali hanno gettato trilioni di dollari nelle economie dei loro paesi, il che ha aiutato l’economia a riprendersi durante l’estate, ma le nuove restrizioni e blocchi stanno nuovamente danneggiando le economie sviluppate.

L’economia dell’Eurozona sta andando verso la stagnazione, sebbene alcune economie stiano reggendo bene. L’economia statunitense è una di queste, nonostante qualche debolezza mostrata nei dati recenti. Questo pone gli analisti nel dilemma di quale posizione prenderebbe ora la FED. La Reserve Bank of Australia e la Reserve Bank of New Zealand sono apparse meno accomodanti negli ultimi incontri, che è stata una delle ragioni del rialzo di AUD / USD e NZD / USD, a parte la debolezza dell’USD e il sentiment positivo per il rischio dovuto ai nuovi programmi di stimolo che banche centrali e governi stanno reintroducendo.

La riunione della FED si è tenuta giovedì di questa settimana, che ha tenuto i commercianti incollati ai loro schermi. La FED ha rilasciato la sua dichiarazione e il presidente Powell ha fatto la sua dichiarazione, che non suonava drammatica e accomodante come le precedenti, il che è un cambiamento positivo.

 

Punti salienti della dichiarazione del FOMC del 16 dicembre 2020

  • Nessuna variazione nella scadenza media ponderata del portafoglio
  • I tassi sono rimasti invariati allo 0,00% -0,25%
  • Interesse sulle riserve in eccesso% vs + 0,10% previsto
  • Ripete che “si è impegnato a utilizzare la sua gamma completa di strumenti per sostenere l’economia degli Stati Uniti”
  • Continuerà ad acquistare $ 80 miliardi al mese in Treasury e $ 40 miliardi al mese in MBS
  • Continuerà gli acquisti di obbligazioni “fino a quando non saranno stati compiuti ulteriori progressi sostanziali verso gli obiettivi di massima occupazione e stabilità dei prezzi del Comitato”.
  • Ripete che “L’attuale crisi della sanità pubblica continuerà a pesare sull’attività economica, l’occupazione e l’inflazione nel breve termine e pone rischi considerevoli per le prospettive economiche a medio termine”
  • Il diagramma a punti alla fine del 2023 rimane a zero.

La Fed ha stabilito la sequenza qui dicendo che diminuirà dopo “progressi sostanziali”, ma manterrà la politica “accomodante” fino a quando non “raggiungerà un’inflazione moderatamente superiore al 2% per un po ‘di tempo”. La parte più importante è che la Fed ha continuato a ribadire i tassi zero fino al massimo dell’occupazione e dell’inflazione al di sopra del 2%. Il Comitato ha deciso di mantenere l’intervallo obiettivo per il tasso sui fondi federali da 0 a 1/4% e si aspetta che sarà opportuno mantenerlo. questo intervallo obiettivo fino a quando le condizioni del mercato del lavoro non avranno raggiunto livelli coerenti con le valutazioni del Comitato sulla massima occupazione e inflazione è salito al 2 per cento ed è sulla buona strada per superare moderatamente il 2 per cento per qualche tempo. nel dollaro USA e 2-3 pb nei Treasury. La salita dell’USD è proseguita un po ‘più a lungo sui commenti meno accomodanti, ma non è durata a lungo e il calo è ripreso nell’USD. Non credo che il mercato menti all’inazione, ma non c’è un suggerimento più forte per l’azione all’inizio del prossimo anno o. Dovremo vedere cosa ha da dire Powell alla fine dell’ora.

I commenti di Jerome Powell

  • La spesa per i beni di consumo ha recuperato, ma la spesa per i servizi è ancora inferiore
  • Il recupero è stato più rapido del previsto
  • Le previsioni sono state aumentate da settembre
  • Non perderà di vista milioni di persone senza lavoro
  • Le prospettive sono straordinariamente incerte e dipendono dal virus
  • Rimane difficile valutare i tempi e la portata del lancio del vaccino
  • È probabile che i prossimi mesi si rivelino molto impegnativi
  • Meno alla Fed vedono rischi al ribasso rispetto a settembre
  • Se il progresso verso i nostri obiettivi dovesse rallentare, la nostra politica è concepita per reagire
  • Ci vorrà “un po ‘” per tornare ai livelli dell’economia e dell’occupazione dall’inizio del 2020
  • Siamo una commissione per l’utilizzo di una gamma completa di strumenti
  • Non credo che il cambiamento nei rischi al ribasso sia sostanziale. Poche persone sarebbero in disaccordo con questa valutazione.
  • La nuova guida è potente
  • L’occupazione dovrà essere “sostanzialmente” più vicina alla piena occupazione
  • L’abbassamento degli acquisti di obbligazioni “è in qualche modo lontano”
  • Quando vedremo questo progresso, lo diremo “con largo anticipo” del tapering
  • Ci sentiamo come i nostri acquisti, in questo momento stiamo fornendo una grande quantità di stimoli
  • Ogni volta che riteniamo che più acquisti aiuteranno l’economia, lo faremo
  • Fare una svolta in stile BOC in cui riducono gli acquisti ma estendono la maturità “non è in cima alla nostra lista” di possibilità
  • Il motivo per un’azione di politica fiscale è “molto, molto forte”
  • La mia aspettativa è che nel secondo semestre del 2021 l’economia statunitense sarà forte
  • Parte della domanda di alloggi può essere repressa
  • Molti costruttori di case che abbiamo incontrato hanno detto di non aver mai visto niente di simile
  • I prezzi delle case non sono un problema per la stabilità finanziaria
  • Puntiamo a un superamento dell’inflazione, ma ci vorrà del tempo per arrivarci. Cambiando la composizione degli acquisti di asset cambierebbe davvero la sequenza temporale?
  • I mercati hanno trovato la Fed credibile sul nuovo quadro di inflazione, sono soddisfatto di come si sono mossi i mercati
  • Abbiamo la possibilità di acquistare più obbligazioni e potrebbe venire il giorno in cui utilizzarle
  • “Restiamo aperti” all’aumento degli acquisti o al passaggio a scadenze più lunghe, ma riteniamo che la posizione attuale sia appropriata
  • Riteniamo che la nostra guida odierna fornirà supporto
  • In questo momento sembra che ciò di cui abbiamo bisogno sia la politica fiscale

È fantastico pensare che la Fed si sarebbe mai inchiodata con azioni legate a numeri difficili. Sull’inflazione, ha indicato che la Fed avrebbe assistito a un salto nell’inflazione del 2021.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map