Daily Brief, 25 febbraio – Tutto quello che c’è da sapere sull’oro!

Buongiorno commercianti,

ORO chiuso a 1.804,74, dopo aver posizionato un massimo di 1.813,77 e un minimo di 1.783,52. Il ORO Mercoledì i prezzi sono scesi durante la prima sessione di mercoledì, rimanendo più bassi, ma durante le ore tarde il metallo prezioso ha rimbalzato, recuperando tutte le perdite e chiudendo la giornata allo stesso livello in cui era iniziata, il che ha portato a un movimento piatto per la giornata. L’aumento dei rendimenti del Tesoro USA ha pesato pesantemente ORO, che è considerato una copertura contro l’inflazione. Il biglietto verde è stato messo sotto pressione mercoledì dopo gli ultimi commenti dei funzionari della Fed, che hanno affermato che l’economia era lontana dagli obiettivi di inflazione e occupazione e che c’era una lunga strada da percorrere per la ripresa. Questi commenti hanno pesato sul dollaro USA, ma mercoledì l’aumento dei rendimenti del Tesoro USA ha limitato i guadagni del metallo giallo.

Sul fronte dei dati, alle 20:00 GMT, sono entrate le vendite di nuove case di gennaio, indicando un aumento a 923K, contro gli 853K attesi, che hanno sostenuto il dollaro USA e aggiunto al crollo dei prezzi dell’oro. Mercoledì, il governatore della Federal Reserve Lael Brainard ha affermato che l’economia degli Stati Uniti era lontana dagli obiettivi della Federal Reserve per l’occupazione e l’inflazione e che la politica monetaria avrebbe continuato a fornire pieno sostegno fino a quando non fossero stati compiuti ulteriori progressi nell’aumento dell’inflazione e nel miglioramento del mercato del lavoro per tutti. lavoratori. Ha detto che ci vorrà del tempo prima che gli obiettivi di inflazione e occupazione fissati dalla Fed vengano raggiunti. Ha anche aggiunto che i responsabili delle politiche stavano guardando oltre il tasso di disoccupazione principale quando valutavano la salute del mercato del lavoro e che si stava riprendendo dalla pandemia in modo non uniforme.

Secondo il nuovo quadro annunciato lo scorso agosto, i funzionari della Fed non aumenteranno più i tassi di interesse quando il tasso di disoccupazione sarà basso, nella proiezione di una maggiore inflazione, che consentirà più tempo per la guarigione del mercato del lavoro. Brainard ha affermato che, nel valutare il mercato del lavoro, i responsabili politici avrebbero esaminato i salari, il rapporto occupazione / popolazione e il tasso di partecipazione alla forza lavoro, insieme agli altri indicatori. Ha anche affermato che il supporto rimarrà in vigore fino a quando l’inflazione non tornerà in pista, vicino al 2% o al di sopra di questo obiettivo.

Inoltre, mercoledì il vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, ha affermato che, nonostante i rischi al ribasso a brevissimo termine per l’economia statunitense, a seguito della pandemia di coronavirus e di nuove varianti del virus, sia lo sgravio fiscale pacchetto dello scorso anno e i vaccini efficaci avevano stabilito le tabelle per una crescita più robusta e migliori prospettive per l’economia nel 2021 e oltre. Ha detto che il miglioramento delle prospettive aveva diminuito i rischi al ribasso per le prospettive economiche. Ha inoltre confermato che la Fed si è impegnata a utilizzare l’intera gamma di strumenti per sostenere l’economia e contribuire a garantire che la ripresa dalla pandemia sia quanto più robusta e rapida possibile.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha iniziato martedì due giorni di testimonianza al Congresso. Ha presentato un rapporto alla commissione bancaria del Senato martedì e mercoledì ha parlato davanti alla commissione per i servizi finanziari della Camera. Powell ha detto che l’inflazione era debole e che l’economia statunitense era molto lontana dagli obiettivi di inflazione e occupazione della Fed. Ha anche minimizzato le preoccupazioni sul fatto che le recenti decisioni politiche e un aumento post-pandemico della spesa per consumi porterebbero a un aumento dell’inflazione. Powell non si aspettava che si sarebbe verificata una situazione in cui l’inflazione sarebbe aumentata a livelli preoccupanti.

Successivamente, i rendimenti del Tesoro degli Stati Uniti hanno iniziato a salire mercoledì, con la nota del Tesoro a 10 anni che ha raggiunto l’1,4%, il livello più alto da febbraio 2020. Anche i titoli del Tesoro a 30 anni sono aumentati, attestandosi al 2,25%. L’aumento dei rendimenti del Tesoro mercoledì ha dato una spinta ai prezzi del metallo giallo.

Livelli tecnici giornalieri:

Resistenza di supporto

1.795,20 1.815,90

1.784,50 1.825,90

1.774,50 1.836,60

Pivot Point: 1.805.20 Dando uno sguardo al lato tecnico, il metallo giallo è ancora scambiato con un orientamento ribassista. ORO era nettamente ribassista al livello di 1.785, a causa di un dollaro più forte. È probabile che il metallo giallo incontri resistenza a 1.800 e 1.806 marchi, e al di sotto di questo, potremmo vedere una tendenza alla vendita dell’oro fino a 1.785 e 1.770. Sembra esserci un forte pregiudizio ribassista, quindi dovremmo considerare di prendere scambi di vendita al di sotto del livello di 1.805 oggi. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
Adblock
detector
map