Daily Brief, 1 marzo – Tutto ciò che devi sapere sull’oro lunedì!

Buongiorno commercianti,

Prezzi per il metallo prezioso, ORO, chiuso a 1.734,37, dopo aver posizionato un massimo di 1.775,75 e un minimo di 1.717,22. L’oro ha esteso le sue perdite, scendendo per il secondo giorno consecutivo venerdì e raggiungendo il livello più basso da metà giugno 2020. L’oro è crollato di circa il 3% l’ultimo giorno della settimana, raggiungendo il livello più basso in 8 mesi, sulla scia di un dollaro USA più forte e rendimenti del Tesoro USA elevati. L’indice del dollaro USA (DXY) è salito a un massimo di una settimana di 90,8, pesando sui prezzi dell’oro e aggiungendo alle sue perdite venerdì. Su una nota a 10 anni, anche i rendimenti del Tesoro degli Stati Uniti sono aumentati, attestandosi all’1,6%, un livello che non vedevamo da febbraio 2020, prima dello scoppio della pandemia di coronavirus.

I rendimenti sono aumentati continuamente sulla scia delle crescenti aspettative di inflazione, poiché i mercati iniziano a stimare la riapertura delle economie di mercato sviluppate. L’inflazione più elevata ha una relazione positiva con i prezzi dell’oro, ma tende anche ad aumentare i rendimenti del tesoro, il che a sua volta aumenta il costo opportunità di detenere lingotti non produttivi e, di conseguenza, l’oro ha sofferto. I commenti più recenti della Federal Reserve statunitense, affermando di non essere preoccupati dall’aumento dei rendimenti obbligazionari, hanno anche aggiunto carburante e sostenuto l’aumento dei rendimenti, esercitando una maggiore pressione sui prezzi dell’oro e trascinandoli al minimo di 8 mesi..

Sul fronte dei dati, alle 18:30 GMT, il Core PCE Price Index di gennaio è entrato, mostrando un aumento allo 0,3%, contro lo 0,1% previsto, che ha sostenuto il dollaro USA e ha aggiunto le perdite nel ORO prezzi. Per gennaio, la bilancia commerciale delle merci ha mostrato un deficit di -83,7 miliardi, contro i -83,0 miliardi previsti, pesando sul dollaro USA e limitando eventuali ulteriori perdite del metallo giallo. Il reddito personale di gennaio è salito al 10,0%, contro il 9,4% previsto, sostenendo il dollaro USA e aumentando la pressione al ribasso sull’oro.

La spesa personale è scesa al 2,4% a gennaio, contro il 2,6% previsto, pesando sul dollaro USA e aiutando l’oro a recuperare alcune delle sue perdite. Le scorte all’ingrosso preliminari sono salite all’1,3%, contro lo 0,3% previsto, mettendo sotto pressione il biglietto verde e limitando eventuali ulteriori perdite in oro. Alle 19:45 GMT, è stato pubblicato il Chicago PMI di febbraio, che mostra un calo a 59,5, contro il previsto 61,0, che ha pesato sul dollaro USA e ha limitato lo slancio al ribasso dei prezzi dell’oro. Alle 20:00 GMT, il sentimento dei consumatori unità di misura rivisto per febbraio è entrato in vigore, rimanendo in linea con le aspettative di 76,8. Anche le aspettative di inflazione modificate per unità di misura sono rimaste invariate al 3,3%.

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dato il via libera agli attacchi aerei contro le strutture nella Siria orientale, che il Pentagono sostiene siano sostenute dalle milizie sostenute dall’Iran. Questa azione è stata una risposta ai recenti attacchi missilistici contro gli interessi statunitensi in Iraq. Questi sviluppi potrebbero aumentare la propensione al rischio di mercato e sostenere i prezzi dell’oro. Nel frattempo, sabato, il presidente Biden ha registrato la sua prima vittoria legislativa, mentre la Camera dei Rappresentanti ha approvato il pacchetto di aiuti per il coronavirus da $ 1,9 trilioni. Tuttavia, i Democratici stanno affrontando delle sfide nella loro speranza di utilizzare il disegno di legge per aumentare il salario minimo.

Secondo la presidente della Camera Nancy Pelosi, il popolo americano ha bisogno di sapere che il suo governo è lì per loro e per questo è obbligatorio un pacchetto per combattere gli effetti di una pandemia che ha ucciso più di 500.000 americani e buttato milioni senza lavoro..

I repubblicani ritengono che gran parte dell’attuale pacchetto non sia necessario, poiché affermano che solo il 9% del pacchetto totale di aiuti andrà direttamente alla lotta contro il virus. Ora che il disegno di legge è stato approvato, peserà sul dollaro USA e sosterrà i prezzi dell’oro il primo giorno della settimana. Tuttavia, sabato, la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha rilasciato un’autorizzazione all’uso di emergenza per un terzo vaccino sicuro ed efficace, da Johnson & Johnson, per combattere il coronavirus. Questo rappresenta un passo avanti verso la fine della crisi, e ha dato a tutti gli americani la speranza di una rapida ripresa economica, che sosterrà il dollaro USA e i flussi di rischio nel mercato, e questo, a sua volta, avrà un impatto negativo sui prezzi dell’oro lunedì.

Livelli tecnici giornalieri

Resistenza di supporto

1.757,86 1.789,96

1.740,33 1.822,53

1.716,76 1.840,06


Pivot Point: 1.781,43

ORO ha iniziato a riprendersi, rimbalzando su un’area di 1.715. Il metallo prezioso sta superando il livello di 1.754, che segna il livello di ritracciamento di Fibonacci del 38,2% sul lato superiore. Un breakout rialzista potrebbe estendere gli acquisti fino al prossimo livello obiettivo di 1.777, che rappresenta il livello di Fibonacci del 61,8%. Una tendenza rialzista domina oggi sul livello di 1.740,33, che probabilmente si estenderà fino al punto di rotazione a 1.781,43. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector