Continua il bias di vendita EUR / USD – Preparati a un segnale di vendita!

Il EUR / USD la coppia ha chiuso a 1.20349, dopo aver posizionato un massimo di 1.20500 e un minimo di 1.20039. Mercoledì, il EUR / USD coppia di valute ha esteso le sue perdite, scendendo per la terza sessione consecutiva, al livello più basso dal 1 ° dicembre. La ripresa del dollaro USA e il nervosismo del coronavirus nell’Eurozona hanno trascinato il EUR / USD la coppia di valute al suo livello più basso in diversi mesi mercoledì. Gli investitori sono rimasti preoccupati per le prospettive della zona euro, che alla fine hanno pesato sulla valuta locale.

I leader nazionali stavano iniziando a sentire il calore per le difficoltà dell’UE nell’introduzione dei programmi di vaccinazione contro il coronavirus, che è sempre più visto come troppo cauto e rovinato da errori, calcoli errati e dolorosamente lento a progredire. Angela Merkel ed Emmanuel Macron hanno sentito la necessità di difendere esplicitamente l’approccio dell’UE questa settimana, poiché i numeri delle vaccinazioni continuano a rimanere indietro rispetto a paesi come Israele, Regno Unito e Stati Uniti. Il cancelliere tedesco Merkel ha affermato che, sebbene altri vaccinassero più velocemente, la strategia più lenta ma collettiva dell’UE è stata la scelta giusta. Il presidente francese ha anche affermato che il progresso potrebbe sembrare lento rispetto ai paesi che avevano preso altri accordi, ma ha detto che, insieme alla Germania, difenderebbe la strategia adottata dall’UE.

Tuttavia, la moneta unica Euro negli ultimi tempi è stata sostanzialmente poco attraente, con gli investitori che sono diventati più riluttanti ad acquistare euro, tra le preoccupazioni per le prospettive del coronavirus nell’Eurozona. L’UE ha lottato per garantire il numero promesso di dosi di vaccino contro il coronavirus e l’incertezza sulla distribuzione dei vaccini sembra destinata a durare. Di conseguenza, le prospettive economiche europee sono state influenzate negativamente dal nervosismo del coronavirus e, nonostante i PMI dell’Eurozona più forti del previsto, il EUR / USD la coppia ha continuato a diminuire mercoledì.

Sul fronte dei dati, alle 12:45 GMT, il saldo del bilancio del governo francese per dicembre si è attestato a -178,1 miliardi, contro i precedenti -176,8 miliardi. Alle 13:15 GMT, è stato pubblicato il PMI dei servizi spagnolo per gennaio, che indica un calo a 41,7, contro il 45,1 previsto, che ha pesato sull’euro e si è aggiunto ulteriormente alle perdite nel EUR / USD paio. Alle 13:45 GMT, il PMI dei servizi italiano è entrato, mostrando un aumento a 44,7, contro il 39,5 stimato, che ha spinto l’euro. Alle 13:50 GMT, sono stati pubblicati i dati PMI dei servizi finali francesi. Sono saliti a 47,3, contro il previsto 46,5, sostenendo l’euro e limitando eventuali ulteriori perdite nel EUR / USD paio.

Alle 13:55 GMT, il PMI tedesco dei servizi finali è stato pubblicato, rimanendo invariato, in linea con le aspettative di 46,7. Alle 14:00 GMT, è arrivato il PMI dei servizi finali dell’intera zona euro per gennaio, indicando un aumento a 45,4, contro il 45,0 previsto, che ha sostenuto l’euro e ha limitato ulteriori perdite nel EUR / USD paio.

Alle 15:00 GMT, i dati della stima istantanea dell’IPC per l’anno hanno mostrato un progresso allo 0,9%, contro la previsione dello 0,6%, fornendo supporto all’euro. Anche la stima flash del core CPI per l’anno è salita all’1,4%, contro lo 0,9% previsto, aumentando l’euro e limitando eventuali perdite aggiuntive nella coppia EUR / USD. Il PPI dell’intero blocco per dicembre è salito allo 0,8%, contro il previsto 0,7%, rafforzando anche l’euro. A gennaio, l’IPC preliminare italiano è salito allo 0,5%, contro il previsto 0,2%, che ha dato una spinta all’euro e ha frenato qualsiasi ulteriore slancio al ribasso nel EUR / USD coppia di valute.

Da parte degli Stati Uniti, alle 18:15 GMT, la variazione dell’occupazione non agricola ADP per gennaio ha indicato un aumento a 174K, contro i 48K previsti, sostenendo il dollaro USA e aggiungendo ulteriori perdite alla coppia EUR / USD. Alle 19:45 GMT, il PMI dei servizi finali di gennaio ha mostrato un aumento a 58,3, contro il 57,4 previsto, che ha sostenuto il dollaro USA, aggiungendo ulteriore slancio al ribasso al EUR / USD paio. Alle 20:00 GMT, il PMI dei servizi ISM è entrato, mostrando un aumento a 58,7, contro il 56,7 previsto, sostenendo il dollaro USA e trascinando il EUR / USD accoppiare più in basso.

Il dollaro USA ha registrato un’impennata della domanda nell’ultima settimana, poiché gli investitori riacquistano la valuta rifugio, trascinandola nuovamente verso l’alto dai suoi livelli peggiori. Le preoccupazioni della pandemia globale di coronavirus, a causa dell’emergere di nuove varianti, hanno aumentato la domanda di rifugio sicuro e hanno sostenuto il dollaro USA, che alla fine ha aggiunto un ulteriore onere al EUR / USD i prezzi della coppia il mercoledì.

Livelli tecnici giornalieri:

Resistenza di supporto

1.2005 1.2083

1.1969 1.2125

1.1927 1.2161


Punto di rotazione: 1.2047

Il EUR / USD la coppia viene scambiata con un orientamento ribassista a 1.2017, violando l’area di supporto di 1.2007. Sul lato inferiore, il EUR / USD potrebbe trovare il suo prossimo supporto a 1.1960 e 1.1930. Sul lato superiore, la resistenza rimane al livello di 1,2050. Consideriamo oggi la vendita di posizioni al di sotto del livello di 1,2050. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector