Come dare un senso alle diverse strutture di mercato

Hai mai scambiato una strategia forex che ha funzionato davvero bene fino a un certo punto e poi ha subito un notevole calo? Ci sono alcune cose che ogni trader deve sapere su come valutare cosa sta succedendo nei mercati. Se riesci a distinguere accuratamente tra le diverse strutture di mercato, prenderai decisioni di trading più intelligenti e, naturalmente, sarai molto più redditizio.

 

Diverse strutture di mercato

Ci sono fondamentalmente tre direzioni in cui un mercato può muoversi: su, giù o lateralmente. I movimenti su e giù sono tendenze e i movimenti laterali sono chiamati intervalli o fasi di consolidamento. In questo articolo, ci concentreremo su come gestire i diversi tipi di tendenze al rialzo e al ribasso. Se desideri affinare le tue capacità di range trading, ho dedicato un intero articolo a questo argomento: Estrarre i pip dai mercati con limiti di intervallo.

 

Tendenze

Un ambiente di tendenza di solito è il luogo in cui io e te possiamo guadagnare di più. Il trading di trend davvero forti normalmente non è troppo difficile, tuttavia, molti trader perdono denaro in condizioni di trend forti perché non sanno come distinguere correttamente tra i diversi tipi di trend. Inoltre non sanno come sfruttare le diverse strutture di tendenza che incontrano.

 

Tendenze non volatili

Questa è probabilmente la struttura di tendenza più semplice da negoziare. Ecco un esempio di tendenza non volatile:

Come dare un senso a 1Grafico giornaliero USD / JPY (2014)

Si noti come il mercato non abbia registrato contrazioni di rilievo durante questo periodo. Vediamo molte grandi candele blu (rialziste) con alcune piccole candele rosse (ribassiste) in mezzo. È chiaro che gli acquirenti non hanno ricevuto molta resistenza dai venditori. Il prezzo era superiore alla media mobile a 200 giorni e alla media mobile esponenziale a 20 giorni, il che ha confermato che il mercato era effettivamente in un trend rialzista. Solo in questo grafico, la coppia USD / JPY ha guadagnato più di 700 pips.

Quando incontriamo forti tendenze rialziste come questa, spesso non otteniamo ritracciamenti profondi in cui possiamo “acquistare i cali”. Ad esempio, ad alcuni swing trader piace prendere le voci sulla media mobile esponenziale di 20 giorni quando il prezzo torna indietro ad essa. Ora, quando esaminiamo questo grafico, notiamo che il prezzo non si è nemmeno avvicinato a questa media mobile. Per 36 giorni di negoziazione, il prezzo non ha toccato il 20-EMA (vedrai solo 32 di questi giorni su questo grafico, però). E quando il prezzo alla fine è sceso a questa media mobile, l’ha superata ed è scesa di quasi 300 pips. Ovviamente, a quel punto si era già verificato un importante cambiamento strutturale e un abile swing trader non avrebbe intrapreso un ingresso lungo alla 20-MADRE.

Pertanto, in molti casi, l’utilizzo di strategie di breakout può essere più gratificante rispetto, ad esempio, all’attesa di pullback fino a 20-EMA (sul grafico giornaliero). I trader che preferiscono acquistare cali rispetto a breakout di trading possono passare a periodi di tempo inferiori per cercare ritracciamenti adeguati per il trading, ma prima di esaminarlo, diamo un’occhiata a come fare trading di breakout in ambienti di forte tendenza e non volatili:

Come dare un senso a 2Grafico giornaliero USD / JPY (2014)


Forse non hai mai sentito parlare di un bar rasato prima. Una barra rasata rialzista è una candela che chiude al suo massimo o molto vicino al suo massimo. Normalmente uso discrezione quando filtro le barre rasate adatte, ma se non sei sicuro che una candela si qualifichi come una barra rasata o meno, puoi lavorare su una chiusura che è entro il 5% superiore dell’intervallo totale della candela (per un barra rasata rialzista).

Come semplice esempio, prendiamo una candela rialzista con un range di 100 pip. La chiusura di questa candela dovrebbe essere entro 5 pip dal suo massimo. Con le barre rasate ribassiste, funziona solo al contrario: la chiusura deve essere molto vicina al minimo della candela.

Quindi come faremmo a scambiare barre rasate? Un modo davvero semplice per scambiare queste potenti candele è entrare in uno scambio quando il prezzo rompe il massimo di una barra rasata rialzista o il minimo di una barra rasata ribassista. Il tuo stop loss può essere posizionato appena sotto il minimo di una barra rasata rialzista, con un obiettivo di profitto che è uguale alla tua distanza di stop loss. Questo ti dà un rapporto ricompensa / rischio di 1: 1. Naturalmente, puoi utilizzare diversi parametri di stop loss e take profit; questo è solo un modo per scambiare barre rasate.

È davvero importante scambiare solo barre rasate nella direzione di tendenze forti e non volatili. Esistono altre applicazioni per il commercio di barre rasate, ma richiedono più abilità e la confluenza di molti altri fattori.    

Noterai in questo grafico che ci sono due o tre barre rasate che sono piuttosto piccole. Se una barretta rasata è troppo piccola, non mi piace scambiarla. Il più piccolo (il quarto da sinistra) ha un range di circa 22 pip, il che significa che lo stop loss su questa operazione sarebbe di circa 22 pip. Questo è uno stop loss davvero stretto che non sarebbe adatto a tutti i trader. Tuttavia, questo scambio avrebbe funzionato perfettamente, così come tutte le configurazioni della barra rasata in questo esempio. Se avessi rischiato l’uno percento del tuo account su ciascuna di queste configurazioni, avresti realizzato un profitto decente del 7% in circa 31 giorni di negoziazione.

Questo metodo di scambio di barre rasate su un grafico giornaliero è solo uno dei tanti modi per fare trading con i breakout. Forse esploreremo altre strategie di breakout nei prossimi articoli, ma per ora, diamo un’occhiata a come scambiare i ritracciamenti superficiali trovati in tendenze forti e non volatili:

Come dare un senso a 3Grafico a 4 ore USD / JPY (2014)

Questo grafico a 4 ore rappresenta lo stesso periodo visualizzato nel grafico giornaliero che abbiamo appena esaminato. I ritracciamenti superficiali che non si sono avvicinati all’EMA 20 sul grafico giornaliero in realtà hanno interagito perfettamente con l’EMA 20 sul grafico a 4 ore. Ora, se avessi preso posizioni lunghe su questo 20-EMA con uno stop loss di 50 pip e un obiettivo di 100 pip (solo un esempio), avresti fatto un ottimo ritorno, proprio come fare trading con le barre rasate sul grafico giornaliero. Ovviamente, se desideri più conferme di un semplice ritracciamento al 20-EMA, puoi utilizzare i trigger di candele come i pinbar per ottimizzare ulteriormente le tue voci.

Quindi, anche se non abbiamo riscontrato alcun pullback significativo sul grafico giornaliero, siamo stati in grado di scambiare i ritracciamenti superficiali che abbiamo visto sul grafico a 4 ore con grande successo.

In forti tendenze non volatili, possiamo spesso mettere a punto le nostre voci abbassando uno o due intervalli di tempo, quindi osservare come il prezzo reagisce a determinate medie mobili, come il 20-EMA, che è il mio preferito.

 

Tendenze volatili

Le tendenze volatili in genere richiedono un po ‘più di abilità per il commercio. I bruschi pullback che si verificano nei trend volatili possono eliminare rapidamente il tuo stop loss se entri nel momento sbagliato, specialmente quando un ingresso scadente è combinato con uno stop loss troppo stretto.

Diamo un’occhiata a un grafico della coppia GBP / JPY:

Come dare un senso a 4Grafico giornaliero GBP / JPY (2009)

Riesci a vedere la differenza tra questo grafico e il grafico giornaliero USD / JPY? C’è una chiara differenza nelle strutture di questi due trend rialzisti. Puoi vedere in questo grafico che i ritracciamenti sono molto più potenti rispetto all’esempio USD / JPY. La media mobile esponenziale di 20 giorni viene spesso visitata e il prezzo viene persino scambiato al di sotto di essa per diversi giorni.

Non è difficile vedere che in questo caso sarebbe molto più redditizio negoziare ritracciamenti rispetto ai breakout. Non sto parlando di scambiare un breakout del massimo di una candela di segnale che si trova nella parte inferiore di un ritracciamento (che è un buon modo per negoziare i ritracciamenti), ma di fare trading di breakout quando il tasso di cambio ha spinto a nuovi massimi, il che sarebbe stato lontano dal metodo ideale in questo caso.

In questo esempio di GBP / JPY, le occasioni sono state trovate a 20-EMA e al di sotto di essa. Se fossi entrato in operazioni lunghe in questa regione, sarebbe stato facile per te realizzare un profitto piuttosto interessante. Ingrandiamo ed esaminiamo le candele di segnalazione contrassegnate dalle frecce viola:

Come dare un senso a 5Grafico giornaliero GBP / JPY (2009)

Sebbene non siano le uniche, queste tre candele segnaletiche hanno offerto eccellenti opportunità per andare a lungo. Di questi tre, mi piace di più la candela blu (prima candela). Con questa particolare candela, l’ingresso è stato effettuato al prezzo di chiusura della candela. Se stai cercando opportunità di acquisto, è utile se la candela del segnale ha una chiusura forte e un intervallo ampio come questo.

Le altre due candele segnaletiche avrebbero potuto essere scambiate con ordini di ingresso breakout che avrebbero acquistato quando il prezzo avesse superato il massimo di queste candele. Come puoi vedere, gli stop loss si trovano sotto i minimi delle candele di segnale.

Non ho tracciato alcun livello di take profit su questo grafico, ma il trader conservatore avrebbe mirato a un obiettivo pari al doppio del valore di stop loss. Tuttavia, tutte e tre queste operazioni avrebbero potuto ottenere un rapporto ricompensa / rischio di 4: 1 o migliore.

È importante notare che queste tre voci sono state prese vicino ai recenti minimi di oscillazione e NON vicino ai recenti massimi di oscillazione. Noterai anche che sono stati portati vicino alla 20-MADRE, che ha svolto un lavoro abbastanza buono agendo come supporto dinamico.

Ricorda, ci sono altri strumenti che possono aiutarti a mettere a punto le voci in condizioni di mercato simili, di cui linee di tendenza, canali e oscillatori sono solo alcuni.

La cosa più importante da tenere a mente è che in un mercato volatile dovresti provare a comprare basso e vendere alto quando il trend è in rialzo, e vendere alto e comprare basso quando il trend è ribassista. Non inseguire il prezzo, aspetta che ti ritorni. Se insegui il prezzo in un mercato volatile, stai girando le probabilità contro te stesso.

Stai attraversando un periodo difficile a fare trading sui mercati in questo momento? Forse è giunto il momento per te di provare i nostri segnali forex. Non solo negoziamo il mercato forex, ma offriamo anche ottimi segnali Nikkei, petrolio greggio e oro. Puoi scegliere tra i segnali gratuiti oi nostri segnali premium.

“Il trading è tutto basato sull’osservazione.” Buon trading!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector