AUD / USD riesce a estendere i guadagni – I trader guardano il FOMC!

Il AUD / USD ha esteso il pregiudizio rialzista della sessione precedente e ha raccolto ulteriori offerte intorno a un massimo settimanale di 0,7336, principalmente a causa del sentimento di rischio sul mercato, sostenuto dall’ottimismo continuo che si troverà un trattamento per il coronavirus altamente contagioso. Inoltre, il rinnovato ottimismo commerciale sino-americano ha anche rafforzato il tono del rischio di mercato, sostenendo il dollaro australiano, che è percepito come una valuta a rischio, e contribuendo ai guadagni nella coppia di valute. Oltre a questo, la tendenza alla vendita del dollaro USA a base generale, innescata dai dubbi sulla ripresa economica negli Stati Uniti, tra i ritardi nelle misure di stimolo fiscale degli Stati Uniti, ha sostenuto anche la coppia di valute.

Oltre a questo, la coppia di valute ha ottenuto un ulteriore impulso, soprattutto dopo che i verbali della riunione della RBA hanno minimizzato le preoccupazioni sull’apprezzamento dell’AUD. Nel frattempo, i dati ottimistici sulle vendite al dettaglio cinesi e sulla produzione industriale hanno anche rafforzato il tono positivo che circonda la valuta AUD, che ha anche esteso un certo supporto al.

L’amministrazione Trump si è ritirata dai suoi piani per un divieto di importazione di cotone e prodotti a base di pomodoro dalla regione cinese dello Xinjiang, sebbene abbia annunciato un divieto più restrittivo sui prodotti di cinque entità specifiche. Dall’altra parte dello stagno, la Dragon Nation ha anche esteso un ramoscello d’ulivo agli Stati Uniti, annunciando la revoca dei dazi su alcune merci di importazione statunitensi. Si prevede che questo progresso tra gli Stati Uniti e la Cina rafforzi l’umore del rischio.

Inoltre, il tono del rischio di mercato è stato ulteriormente rafforzato dall’ottimismo su un possibile vaccino e trattamento per il coronavirus altamente infettivo. Queste vibrazioni positive sono arrivate dopo che il capo esperto di biosicurezza del CDC cinese ha confermato che i cinesi comuni sarebbero stati in grado di ottenere il vaccino COVID-19 già a novembre o dicembre, poiché gli studi clinici di fase 3 sono andati molto bene. Oltre a questo, Pfizer e BioNTech hanno anche accresciuto le speranze di vaccini, affermando che stanno cercando di espandere l’iscrizione dei candidati per le loro sperimentazioni.

Inoltre, il sentimento di rischio sul mercato è stato ulteriormente rafforzato dopo il rilascio di dati sulla produzione industriale cinese più forti del previsto, che hanno rafforzato le speranze che la seconda economia mondiale stia tornando alla normalità, che ha pesato sul dollaro USA. Sul fronte dei dati, i numeri delle vendite al dettaglio di agosto in Cina su base annua, si sono attestati allo 0,5%, contro lo 0% atteso e il precedente -1,1%, con la produzione industriale su base annua a + 5,6%, rispetto al + 5,1% atteso e il precedente + 4,8%. Nel frattempo, l’investimento in attività fisse su base annua è rimasto invariato, a -0,3% contro la proiezione di -0,4% e il dato precedente di -1,6%. Allo stesso tempo, gli investimenti fissi del settore privato cinese per gennaio-agosto sono diminuiti del 2,8% su base annua. Questo, a sua volta, ha sostenuto il dollaro australiano, che è percepito come una valuta a rischio, e ha contribuito ai guadagni nella coppia di valute.

Al contrario, restano in gioco le incertezze sul tanto atteso pacchetto fiscale, poiché nessuna delle due parti mostra alcun indizio. Nel frattempo, il numero crescente di casi di COVID-19 a livello globale continua ad alimentare le preoccupazioni relative alle prospettive economiche globali. Sul fronte dell’USD, l’ampio dollaro USA è rimasto sotto pressione nel corso della giornata, tra le incertezze sul prossimo round di colloqui sulle misure di stimolo fiscale degli Stati Uniti. Inoltre, il tono più debole che circonda i rendimenti dei titoli del Tesoro USA, a causa del sentimento ottimista del mercato, ha esercitato ulteriore pressione sul dollaro USA, contribuendo ai guadagni della coppia. Nel frattempo, l’indice del dollaro USA è sceso a 93,029, scivolando ulteriormente dal massimo di un mese di 93,664 toccato mercoledì scorso, con il minimo della scorsa settimana a 92,695, visto come supporto immediato.

A casa, il rilascio dei verbali della riunione di settembre della Reserve Bank of Australia (RBA) ha mostrato che la banca centrale non era preoccupata per l’apprezzamento del dollaro australiano. Tuttavia, la RBA vuole un tasso di cambio più basso, che potrebbe supportare la ripresa economica. Questo, a sua volta, ha rafforzato la valuta australiana e ha esteso il supporto al maggiore.

Supporto e resistenza quotidiani

S1 0.7208

S2 0.7247

S3 0.7269

Punto di rotazione 0.7286

R1 0.7308

R2 0.7326


R3 0.7365

Il AUD / USD la coppia continua ad affrontare la resistenza al livello di 0,7344 e un crossover rialzista al livello di 0,7344 potrebbe estendere la tendenza rialzista fino ai livelli di 0,7412 e 0,7450 di oggi. Sul lato inferiore, il supporto rimane ai livelli di 0,7245 e 0,7149. L’orientamento rialzista sembra oggi dominante; tuttavia, oggi tutti gli occhi rimarranno sui dati del FOMC statunitense e del Fed Fund Rate. In bocca al lupo!

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector