Intervista: l’ex CTO di Google si unisce al progetto Credits come CBO, ma perché Blockchain?

Secondo il Titoli di coda progetto blockchain, Jennifer Trelewicz, precedentemente noto come Direttore dei Sistemi & Technology Laboratory presso IBM, CTO di Google Russia e Director of Risks & Market Data presso Deutsche Bank, è diventato il nuovo dipendente della società. Ha assunto la carica di Chief Business Officer e sarà responsabile del settore delle attività esterne.

Jennifer è una specialista altamente qualificata nel mercato internazionale, grazie alla sua vasta attività di negoziazione con grandi aziende e parlando a numerose conferenze sullo sviluppo del mercato tecnologico, l’ottimizzazione del software, lo stimolo alla ricerca, ecc. La sua attività le ha permesso di ottenere utili contatti con rappresentanti di l’ambiente imprenditoriale, navigare con successo nel mercato estero e ottenere risultati tangibili.  

L’intervista al nuovo Titoli di coda CBO offre una visione dettagliata delle precedenti attività di Jennifer, le sue attuali opinioni sulla tecnologia blockchain e un’ulteriore visione dello sviluppo della piattaforma sul mercato:

D: Puoi parlarci di un risultato che ha plasmato la tua carriera?  

UN:  L’apertura dell’IBM Systems and Technology Laboratory a Mosca è stata significativa. Il mio percorso verso l’apertura non è stato semplice: ho iniziato a lavorare sulla proposta con 2 colleghi IBM nel 2004 e alla fine ho ricoperto un ruolo di incarico esecutivo nella sede centrale IBM per ottenere le approvazioni di massimo livello per realizzarlo. Da zero ho costruito un team di 130 ingegneri, ho lavorato con colleghi in IBM in tutto il mondo per portare R interessanti&D al laboratorio, impostare la struttura e i processi. Il laboratorio ha continuato a funzionare con successo anche dopo la mia partenza e una delle mie prime assunzioni come project manager è stata successivamente promossa a direttore del laboratorio, il che mi rende orgoglioso di lui.

– Per me i punti chiave di questo progetto sono stati portare un’idea da zero al successo aziendale superando ostacoli, costruendo alleanze.

D: Durante il tuo incarico come CTO presso Google, con quali importanti progetti hai collaborato?

UN:  Questo è stato un po ‘di tempo fa quando la ricerca di Google è diventata utile per la prima volta in russo. Il nostro team ha collaborato con il team di ricerca principale di Mountain View, in California, per incorporare la morfologia russa nel modello linguistico, che era fondamentale per le prestazioni della piattaforma in questo mercato. Abbiamo anche guidato il lavoro con Google Maps per adeguarci alle specifiche dell’Europa orientale di mappe e trasporti, comprese le norme per la numerazione degli indirizzi, il ruolo del trasporto pubblico e altri. A quel tempo, il trasporto pubblico non era considerato molto importante per le mappe di Google, ma un residente di Mosca poteva immaginare di dare indicazioni a un indirizzo, anche a un addetto alle consegne in un veicolo, senza dire il nome della stazione della metropolitana più vicina? Questo è solo un esempio della differenza di paradigma.

D: Quando hai familiarizzato con la tecnologia blockchain e la piattaforma Credits? 

UN: Ho iniziato a lavorare con la tecnologia blockchain come CEO di S7 TechLab. Abbiamo avviato un progetto congiunto con Alfabank per la vendita di biglietti aerei su Ethereum e successivamente, insieme ad Alfabank e Gaspromneft-Aero, per la gestione dei pagamenti per il rifornimento di carburante per l’aviazione. In quel ruolo, conoscevo sia Ethereum che Hyperledger e potevo vedere i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno per le soluzioni aziendali.

– Recentemente ho acquisito familiarità con la piattaforma Credits e sono rimasto impressionato dalla tecnologia, incluso il livello tecnico e l’impegno dell’azienda sia per la comunità degli utenti che per i partner di soluzioni.

D: Pensa che l’intero mercato sia maturato fino a comprendere che il business dipende dalla sicurezza delle informazioni?

UN:  Il business della tecnologia sembra comprendere questo aspetto, ma alcuni dei settori storicamente meno associati alla tecnologia dell’informazione sembrano essere giunti a questa consapevolezza, normalmente quando si verifica una violazione. Anche le aziende “a bassa tecnologia” dipendono dalla sicurezza delle informazioni, poiché anche loro probabilmente memorizzano una certa quantità di dati di clienti e fornitori sui computer. Le aziende che non comprendono la loro dipendenza dalla sicurezza delle informazioni sono a rischio di grossi problemi. I sistemi informativi compromessi possono influenzare tutto, dai clienti e i loro interessi, ai sistemi di controllo interno (budget, acquisti, pianificazione) e infine alla reputazione dell’azienda. Inoltre, le leggi in molte regioni geografiche del mondo regolano la gestione dei dati dei clienti, quindi i problemi possono portare a multe o peggio.

D: Come valuta le prospettive di sviluppo del mercato?


UN: Sono molto ottimista riguardo alle prospettive, e lo noto anche Forbes ha nominato il 2019 come “Year of Enterprise Blockchain”. Le aziende stanno iniziando a comprendere il valore che la tecnologia può apportare ai propri sistemi, inclusa l’integrazione con i sistemi legacy per migliorare la sicurezza e la funzionalità. Inoltre, ottenere la fiducia tra le controparti in un mondo di base di approvvigionamento globale, documenti e pagamenti automatizzati, impegni elettronici: tutto ciò richiede la tecnologia che la blockchain mette in campo.

D: In quali aree pensi che Credits possa collaborare con IBM?

UN: IBM è un partner eccellente per progetti di soluzioni complesse e ha un canale mondiale per i clienti aziendali. Vedo un grande potenziale nell’essere un partner tecnico di IBM nei progetti di soluzioni, fornendo componenti della soluzione, basati sulla tecnologia blockchain di Credits.

D: Cosa apprezzi di più della tecnologia e degli obiettivi di Credits?

UN: L’architettura della piattaforma è ben progettata e abilmente implementata. Il codice è aperto, il che consente ai clienti e alla comunità di verificare, contribuire e certificare per installazioni speciali. Allo stesso tempo, poiché Credits controlla la piattaforma, possiamo garantire che le interfacce di integrazione critiche per le soluzioni dei clienti non vengano interrotte con gli aggiornamenti, come può accadere con alcune altre piattaforme blockchain.

Allo stesso tempo, apprezzo molto le priorità del team, con un equilibrio tra clienti, sviluppatori e integratori, comunità e investitori. Questo è il tipo di approccio sano che caratterizza le imprese di successo a lungo termine.

D: Cosa stanno facendo bene i crediti e dove c’è un’opportunità per crescere?

UN: La piattaforma tecnologica Credits è molto ben implementata e il team presta molta attenzione alla verifica e alla stabilità. Questa è una solida base per lavorare con i partner che sviluppano sulla piattaforma, i clienti che lavorano con le soluzioni sulla piattaforma e la fiducia generale del mercato nella tecnologia.

– Dove vedo l’opportunità è sviluppare il nostro portafoglio di soluzioni in collaborazione con attori chiave, come IBM e altri. È qui che saremo in grado di portare il massimo valore ai clienti aziendali, sfruttando i punti di forza di tutti i partner per risolvere problemi aziendali complessi.

D: Cosa speri di ottenere entro il prossimo anno in crediti?

UN: Coltiverò e svilupperò le nostre relazioni con partner, clienti e consulenti in tutto il mondo. Inoltre, attribuisco un’alta priorità alla costruzione delle nostre partnership di canale, anche con integratori e ISV. Per queste direzioni, non vedo l’ora di collaborare strettamente con i nostri ambasciatori e rappresentanti regionali. Insieme lanceremo PoC in settori chiave, consentiremo ai partner di canale di basarsi sulle nostre soluzioni e realizzeremo soluzioni con i clienti aziendali.

– Parallelamente, sto lavorando a stretto contatto con il nostro team di sviluppo aziendale per sviluppare competenze aggiuntive, assumere i candidati corretti, strutturare il lavoro attorno a KPI appropriati.

Con lo sviluppo del settore blockchain, il numero di grandi attori che partecipano al suo ulteriore sviluppo si sta espandendo. Man mano che sempre più rappresentanti delle imprese su larga scala introducono e utilizzano una soluzione innovativa nei modelli di relazioni esistenti, la società moderna diventerà più trasparente e sicura per l’interazione.

Titoli di coda è una piattaforma software blockchain open source e completamente decentralizzata che opera sulla base dell’algoritmo PoA (Proof of Agreement). La piattaforma offre capacità di rete fino a 1 milione di transazioni al secondo con tempi di elaborazione delle transazioni a 0,1 secondi e commissioni basse a partire da 0,001 USD per transazione.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector