Grafici storici dei prezzi della soia – Cronologia dei prezzi della soia

I semi di soia sono un ingrediente popolare nella cucina vegetariana e vegana, perché sono naturalmente ricchi di proteine. Il latte di soia è un sostituto del latte vaccino, vegano e senza lattosio, e la salsa di soia è un ingrediente popolare ed essenziale nella cucina dell’Asia orientale. Il valore di mercato degli alimenti a base di soia negli Stati Uniti dovrebbe raggiungere i 16,75 miliardi di dollari USA quest’anno, dai 4,6 miliardi di dollari nel 2014.

I semi di soia sono tra i principali prodotti a base di semi oleosi e proteine. I fagioli sono coltivati ​​come coltura nell’Asia orientale e sono prodotti anche nell’agricoltura occidentale, come fonte sia di petrolio che di proteine. I principali produttori di soia sono il Brasile e gli Stati Uniti, ma la Cina guida la produzione di olio di soia a livello mondiale.

Negli ultimi anni, la produzione annuale di soia negli Stati Uniti è aumentata a oltre quattro miliardi di bushel. L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno prodotto il più alto volume di semi di soia di qualsiasi altro paese, con circa 123,66 milioni di tonnellate. Nel 2018-2019, il volume totale delle importazioni di soia è stato registrato a 153,31 milioni di tonnellate a livello globale. La Cina è stata il principale importatore di soia, con un’importazione annuale di 92 milioni di tonnellate. I prezzi dei semi di soia sono influenzati da molti fattori, tra cui domanda e offerta, produzione statunitense, forza del dollaro USA, domanda dai mercati emergenti e sussidi all’etanolo.

SOIA

Perché guardare ai prezzi storici della soia?

Ci sono molteplici fattori coinvolti nella determinazione di un bias rialzista nella soia. Esploriamoli uno per uno, al fine di prevedere i prezzi della soia.

Produzione USA:

Gli Stati Uniti sono considerati il ​​più grande produttore ed esportatore di soia, con una produzione totale di 3.558 miliardi di bushel nel 2019. Tuttavia, la produzione nel 2019 è stata inferiore a quella dell’anno precedente, che ammontava a 4.428 miliardi di bushel. Gli shock dell’offerta, come condizioni meteorologiche avverse, uragani o siccità nei principali stati americani produttori di soia, possono avere un impatto sulla produzione, limitando così il volume di soia disponibile nel mercato globale, che può far salire i prezzi. Dati i dati di produzione biennali nei grafici sopra, si può affermare che nel 2019 i prezzi sono aumentati rispetto al livello dell’anno precedente.

Forza del dollaro USA:

I prezzi della soia sono espressi in dollari USA, proprio come molte altre materie prime. Ciò significa che quando il dollaro USA è forte, i produttori di soia ricevono pagamenti inferiori per la loro produzione e viceversa. Recentemente, la politica monetaria agevole della Federal Reserve statunitense ha mantenuto debole il dollaro USA e di conseguenza i prezzi della soia sono aumentati. I banchieri centrali statunitensi hanno fornito indizi che la politica probabilmente continuerà per un lungo periodo di tempo, al fine di sostenere l’indebitamento e la spesa dei consumatori.

Domanda per il mercato emergente:

Le economie emergenti, come l’India e il Sud Africa, hanno iniziato ad aumentare l’utilizzo della soia. La domanda di mangimi per il bestiame e olio aumenta man mano che il mondo in via di sviluppo diventa più ricco e la popolazione cresce. L’aumento della domanda potrebbe aumentare i prezzi dei prodotti a base di soia, se l’offerta rimane costante nei prossimi anni.


Sovvenzioni all’etanolo:

Il governo degli Stati Uniti fornisce sussidi ai coltivatori di mais, al fine di aumentare la produzione di etanolo. Se i sussidi per il mais dovessero finire, più agricoltori sceglierebbero di coltivare semi di soia, e in questo caso l’offerta di semi di soia aumenterebbe, abbassando i prezzi e viceversa.

Volume delle importazioni dalla Cina:

La Cina è il più grande utilizzatore e importatore di semi di soia. Nel 2019, la Cina ha importato 92 MMT di soia, mentre il volume delle importazioni globali di soia è stato registrato come 153 MMT. Il Brasile è il principale esportatore di soia e nel 2019 l’export in Cina dal Brasile è stato di 20,5 miliardi.

Secondo l’accordo commerciale di Fase 1 tra Stati Uniti e Cina, la nazione dei draghi ha accettato di importare oltre 43 MMT di soia nel 2020, al fine di adempiere ai propri impegni commerciali. Tuttavia, da gennaio a maggio, la Cina aveva acquistato solo 9 MMT di soia statunitense, pur avendo acquistato oltre 22 MMT dal Brasile. Poiché gran parte delle importazioni di soia dagli Stati Uniti in Cina deve ancora essere soddisfatta, al fine di rispettare gli impegni della fase 1 dell’accordo commerciale nella seconda metà dell’anno, i prezzi dei semi di soia statunitensi aumenteranno nei prossimi mesi.

Coronavirus:

La diffusione della pandemia di coronavirus ha influenzato in una certa misura l’approvvigionamento e la distribuzione alimentare globale, poiché le principali aree produttrici di soia in tutto il mondo, le politiche commerciali, i fattori politici e la cancellazione delle politiche hanno influenzato il mercato della soia. Tutto ciò, a sua volta, ha influito sull’offerta di soia in Cina. Il principale utilizzatore di soia è la Cina, che utilizza il 60% della produzione globale di soia ogni anno. Tuttavia, nel primo trimestre del 2020, i prezzi della soia hanno sofferto, a causa della pandemia di coronavirus, poiché la domanda è diminuita, portando alla fine a prezzi bassi. Tuttavia, la ripresa dell’attività economica interna della Cina ha ora portato alla normalizzazione dei prezzi di mercato.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector