Pagamenti crittografici più vicini al mainstream quando PayPal apre le porte

L’adozione della criptovaluta nei principali mercati finanziari sta accelerando. Diverse aziende online e offline hanno ora abbracciato la forza dirompente del mercato delle criptovalute accettando bitcoin, ethereum, ripple e litecoin tra gli altri come modalità di pagamento. Nello spirito di rottura, diverse startup hanno cercato di lanciare le proprie criptovalute.

Anche le banche tradizionali come JPMorgan Chase, Goldman Sachs e i giganti della tecnologia guidati da Facebook hanno deciso di lanciare le proprie criptovalute. Pertanto, diverse piattaforme che accettano pagamenti in criptovaluta ora hanno dozzine di criptovalute elencate sulle loro piattaforme come modalità di pagamento accettabili. Questo, secondo gli esperti di sicurezza finanziaria, crea potenziali minacce alla sicurezza.

La necessità di portafogli crittografici

Ciò ha innescato un bisogno insaziabile di soluzioni sicure per archiviare e trasferire risorse di criptovaluta. Vari giganti della tecnologia guidati da PayPal, Apple, Samsung e Google sono riusciti a progettare portafogli mobili a prova di errore, che molti consumatori hanno abbracciato con un notevole senso di sicurezza. Tuttavia, la loro esperienza non copre le criptovalute e questo lascia un ampio spazio per le startup di criptovalute dirompenti da capitalizzare.

Ciò ha comportato un rapido aumento del numero di portafogli crittografici lanciati, ognuno dei quali cerca di offrire le migliori funzionalità a prezzi ragionevoli senza compromettere i protocolli di sicurezza.

Uno dei giocatori più importanti in questo segmento avvincente del mercato delle criptovalute è Coin.Space, un moderno portafoglio di criptovaluta fondato da Jonathan Speigner nel 2015. Il creatore di questo portafoglio innovativo è un profondo esperto tecnico in sicurezza, criptovaluta, mobilità, cloud computing e tecnologie correlate. Il portafoglio è progettato con un’attenzione particolare agli investitori principianti di criptovaluta e alle persone senza conto bancario.

Coin Wallet sta cercando di colmare una lacuna nel settore bancario che è stata sfruttata dall’emergere di soluzioni finanziarie decentralizzate. Nell’attività bancaria tradizionale, molte persone sono escluse dal sistema perché non soddisfano i vari requisiti KYC (Know-Your-Customer) che le banche centrali hanno messo in atto. Ciò rende difficile depositare una notevole quantità di denaro nel sistema finanziario tradizionale.

Tuttavia, con l’emergere delle criptovalute, le persone possono ora convertire le loro valute legali investendo in bitcoin, ripple o altre criptovalute popolari. Possono quindi archiviare queste risorse in un portafoglio crittografico e osservare il valore crescere, a volte, più del tasso di deposito medio offerto dalle banche tradizionali.

La resistenza è inutile

Diverse istituzioni finanziarie hanno notato l’insaziabile domanda di portafogli di criptovaluta e ora stanno lanciando le proprie versioni per cercare di rivendicare una quota dello spazio di mercato in rapida crescita. Mastercard e Bank of America con sede negli Stati Uniti sono alcune delle società degne di nota che hanno intrapreso questa mossa. In Giappone, anche il gigante bancario finanziario globale Rakuten si è unito alla coda di coloro che lanciano un portafoglio di criptovaluta.

Tuttavia, PayPal è stato finora il pezzo mancante nel viaggio per portare i portafogli crittografici nel mainstream. Il gigante dei pagamenti online vanta centinaia di milioni di utenti online, rendendolo il veicolo ideale per aumentare l’adozione del portafoglio crittografico. Diverse persone che effettuano pagamenti online preferiscono utilizzare PayPal a causa dei suoi firewall di sicurezza online rispetto all’utilizzo di una carta di credito. Pertanto, quando il mese scorso il gigante dei pagamenti online ha dichiarato che stava lavorando per portare le funzionalità di criptovaluta sulla sua piattaforma, diverse pubblicazioni sui media hanno pubblicato storie che hanno affrontato l’idea come un passo importante verso il mainstream dei pagamenti crittografici..

La società segue le orme del collega gigante della tecnologia Alphabet Inc., che ha anche annunciato all’inizio di quest’anno che il suo portafoglio di pagamento di Google inizierà ad accettare pagamenti in criptovaluta.

Avanti così


I portafogli crittografici hanno un enorme potenziale nel mercato delle criptovalute. Non sono solo un sottoinsieme, ma un attore chiave in quella che si sta rivelando una delle forze più dirompenti dell’innovazione dall’inizio del millennio. I portafogli crittografici sono collegati su piattaforme di prestito crittografico online, piattaforme di scambio di criptovaluta, piattaforme di trading CFD crittografiche, piattaforme di trasferimento di denaro internazionali e persino sistemi POS.

Stanno diventando più popolari nel mercato perché le persone scelgono sempre più di trasferire denaro sotto forma di criptovaluta piuttosto che di valuta fiat. Stanno anche scegliendo di utilizzare sistemi di pagamento crittografici a causa delle commissioni inferiori rispetto ai tradizionali servizi di trasferimento di denaro. Le aziende che inizialmente hanno resistito alla tentazione di abbracciare la crittografia stanno ora iniziando a mostrare interesse. Alcuni di loro, come PayPal, giocheranno senza dubbio un ruolo cruciale nel rendere mainstream i pagamenti crittografici.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector