Cos’è un libro mastro distribuito?

Che cos'è un registro distribuito

Fondamentalmente è un database in cui le transazioni ei dettagli delle transazioni vengono archiviati e distribuiti tra i nodi di una rete. Pertanto, la verifica dei dati aggiunti al libro mastro, così come qualsiasi aggiornamento effettuato a detto registro, non è amministrata da un’entità centrale, né i dati sono archiviati su un cloud centrale o un sistema di archiviazione dati come i sistemi di archiviazione tradizionali. Ai molti partecipanti alla rete è invece richiesto di raggiungere un consenso per validare il registro distribuito aggiornato, oltre che possederne una copia.

Qual è la storia dei libri mastri?

Il concetto di un libro mastro, destinato principalmente a fungere da record per le transazioni, esiste da millenni. A un certo punto, le transazioni e il trasferimento di proprietà furono registrati su argilla, bastoncini di legno, pietre e papiri. Il processo di registrazione delle transazioni è progredito ulteriormente quando è stata inventata la carta. La normalizzazione dei computer negli anni ’80 e ’90 ha portato alla digitalizzazione dei libri mastri.

Tuttavia, il nuovo concetto discusso qui è stato in grado di estendere i limiti della precedente definizione di libro mastro. Sebbene viviamo ancora in una società basata sulla carta, il che è evidente nella nostra dipendenza da fatture cartacee, sigilli, certificati e firme scritte, i libri mastri digitali stanno diventando sempre più la norma. Fondamentalmente, i registri digitalizzati servono come mezzo per trasferire i registri cartacei e sono soggetti alle autorità centrali. L’avvento delle tecnologie del 21 ° secolo ha introdotto registri ottimizzati che sono distribuiti e quasi impossibili da hackerare o manipolare, grazie a meccanismi di protezione crittografica all’avanguardia.

Come funziona la tecnologia DLT (Distributed Ledger Technology)?

Come accennato in precedenza, un libro mastro distribuito è un database che viene aggiornato e gestito da ciascun partecipante sulla rete, ovvero nodo. A differenza di un database tradizionale, i record vengono elaborati e archiviati in modo indipendente da ciascun nodo di rete. In quanto tale, ogni nodo ha un input nel processo di convalida della transazione, poiché è tenuto a votare per giungere a una conclusione sulla validità della transazione. Questo processo di convalida è chiamato consenso e la maggioranza degli utenti della rete dovrà concordare una conclusione prima di poter raggiungere il consenso.

Dopo che la rete ha accettato che una transazione è valida, il database verrà aggiornato e ogni utente conserverà una copia del libro mastro aggiornato. Questa struttura rende la tecnologia di registro distribuito una forma più sofisticata di database in quanto elimina la necessità di fidarsi di una terza parte o di una figura centrale. Di conseguenza, questa tecnologia viene comunemente definita meccanismo senza fiducia.

Esistono vari meccanismi di consenso adatti ai registri distribuiti, ciascuno con i suoi pro e contro. Tuttavia, servono tutti allo scopo di stabilire il consenso in una rete, anche se con metodologie diverse. Questi processi o meccanismi di consenso generalmente seguono questi quattro passaggi:

  • Ogni nodo costruisce i dati o le transazioni che desidera aggiungere al libro mastro.
  • I dati costruiti vengono distribuiti a tutti i nodi della rete.
  • I nodi prendono una decisione sulla validità delle transazioni.
  • Ogni nodo aggiorna il proprio registro distribuito una volta raggiunta una conclusione, che rifletterà il risultato del consenso.

Tuttavia, la velocità con cui ogni passaggio viene completato determina l’efficacia del meccanismo di consenso adottato nel libro mastro.

Che cos’è un protocollo e un algoritmo di consenso?

I protocolli di consenso sono un insieme di regole che governano le funzionalità di un sistema basato sul consenso, mentre un algoritmo di consenso è una regola che governa specificamente il processo di raggiungimento del consenso. In altre parole, un algoritmo governa l’ordine dei passaggi e le condizioni necessarie per un output di successo di un sistema di consenso, ad esempio, in un registro distribuito. Gli algoritmi di consenso sono generalmente script o programmi complessi.

Cos’è la crittografia?

La crittografia è in circolazione da un po ‘di tempo ormai: ci sono prove che questo metodo di crittografia era utilizzato nell’antico Egitto e persino in epoca romana. La crittografia è fondamentalmente un processo di crittografia dei dati sensibili.

Migliaia di anni dopo che questo concetto è stato introdotto, sta giocando un ruolo importante nell’attualizzazione dei registri distribuiti. Una volta registrati, i dati vengono crittografati mediante crittografia all’avanguardia, che protegge i dati da potenziali aggressori. Gli utenti possono accedere a questi dati solo con chiavi e firme crittografiche.


Quali sono i potenziali usi della tecnologia di registro distribuito?

La tecnologia di registro distribuito ha mostrato continuamente la sua forza dirompente nel settore finanziario poiché sta gradualmente cambiando il modo in cui eseguiamo e registriamo le transazioni. Tuttavia, si ritiene che la tecnologia sia in grado di rivoluzionare altri settori critici. Pertanto, ci sono molti studi in corso che stanno testando i limiti di questa tecnologia. Secondo la Banca mondiale, questa tecnologia “ha il potenziale per trasformare anche vari altri settori, come la produzione, i sistemi di gestione finanziaria del governo e l’energia pulita”. Altri potenziali usi di questa tecnologia includono quanto segue:

  • La DLT ha il potenziale per creare raccolte di fondi trasparenti e più sicure per le organizzazioni di beneficenza.
  • Può anche ottimizzare i sistemi di voto esistenti, il che garantirà che i voti non siano suscettibili di manipolazione.
  • Le sue funzionalità possono migliorare e ottimizzare i tracker della catena di approvvigionamento.
  • Può fungere da database del registro fondiario affidabile e privo di manomissioni.
  • È adatto per il cloud computing e sistemi di archiviazione.
  • Inoltre, questa tecnologia può alimentare un database medico più efficiente che migliorerà il settore sanitario.
  • Il settore legale sta anche cercando modi in cui i registri distribuiti possano funzionare come uno strumento importante per archiviare documenti legali.
  • Può ottimizzare efficacemente i sistemi di proprietà intellettuale.
  • Questa tecnologia può essere potenzialmente utilizzata per archiviare e verificare le identità.

Vantaggi dei registri distribuiti

L’elenco sopra delle potenziali applicazioni della tecnologia di registro distribuito dimostra che la tecnologia può rivoluzionare il modo in cui viviamo. Al momento, la tecnologia sta trasformando il settore finanziario, così come l’economia globale delle rimesse. Di conseguenza, sono emerse risorse digitali o valute virtuali in grado di garantire la privacy degli utenti, transazioni irrevocabili, decentralizzazione e sistemi privi di inflazione. Inoltre, ha il potenziale per svolgere un ruolo vitale in altri settori, come la catena di approvvigionamento alimentare, la proprietà intellettuale, la logistica, l’energia e il settore legale. Con l’aiuto di questa tecnologia, siamo in grado di correggere i principali difetti dei sistemi tradizionali in queste aree.

Perché sono importanti i registri distribuiti?

Il libro mastro distribuito ha funzionalità che lo rendono unico ed efficace. Una di queste funzionalità è la natura distribuita del libro mastro. A differenza dei tradizionali sistemi di database, offre il controllo totale delle operazioni del libro mastro ai partecipanti della rete. Pertanto, è molto improbabile che i dati sul libro mastro possano essere compromessi o manipolati, poiché gli aggressori devono hackerare simultaneamente l’intera copia distribuita del libro mastro.

registro distribuito

Inoltre, un database distribuito elimina la necessità di banche o intermediari, poiché gli utenti possono eseguire direttamente le transazioni. Pertanto, è possibile per gli utenti eseguire transazioni immediate ed economiche. Inoltre, la natura distribuita del libro mastro significa che il sistema è trasparente.

Cos’è un libro mastro Blockchain?

Un libro mastro blockchain è un libro mastro distribuito in cui i dati vengono inseriti in blocchi che vengono poi collegati all’interno di una catena crescente di più blocchi. Il libro mastro è distribuito su una rete peer-to-peer, in quanto tale, la tecnologia è in grado di aggirare le autorità centrali. Questa tecnologia è la principale forza trainante per le criptovalute come Bitcoin.

Tipi di libri mastri distribuiti

I tre principali tipi di registri distribuiti sono registri distribuiti privati, pubblici e consortili. Un registro pubblico distribuito consente a chiunque di partecipare all’inserimento di dati o transazioni e al processo di verifica. Al contrario, una DLT privata è limitata ai nodi fidati; pertanto, solo i membri autorizzati possono accedere a questi registri. Il registro distribuito del consorzio è un ibrido tra quelli privati ​​e quelli pubblici. In quanto tale, un consorzio o un gruppo di istituzioni funge da nodo della rete e il contenuto del libro mastro può o non può essere reso pubblico.

Ledger distribuito vs Blockchain

Ci sono state molte idee sbagliate sulla differenza tra un libro mastro distribuito e la blockchain. Una blockchain è semplicemente un’implementazione della tecnologia di registro distribuito. Una blockchain utilizza il concetto di database distribuito per garantire che il sistema rimanga decentralizzato.

Tuttavia, dovresti notare che non tutti i registri distribuiti sono blockchain. Questo perché non tutti i database distribuiti utilizzano la struttura a blocchi trovata sulla blockchain. Per cogliere meglio la differenza tra questi due termini, dobbiamo chiarire la differenza tra un libro mastro distribuito e un libro mastro decentralizzato.

Distribuito vs decentralizzato Ledger

I registri distribuiti e decentralizzati sono un po ‘simili in quanto entrambi i sistemi distribuiscono il database a tutti i nodi partecipanti della rete. I registri decentralizzati, tuttavia, consentono a tutti i nodi di partecipare alla gestione della rete. Pertanto, i registri decentralizzati eliminano completamente tutte le entità centrali e la rete coinvolge ogni nodo nel processo di verifica delle transazioni. Di conseguenza, questo tipo di libro mastro è adatto per blockchain pubbliche e senza autorizzazione come la blockchain di Bitcoin.

registro distribuito

Un libro mastro distribuito, al contrario, non supporta necessariamente un sistema completamente decentralizzato. Sebbene tutti i nodi ottengano una copia del libro mastro, le decisioni finali sulle funzioni e sulla validità del libro mastro potrebbero comunque far parte di un sistema centrale. Di conseguenza, la maggior parte delle blockchain private e persino delle DLT di consorzi sono registri che non rispettano completamente il concetto di decentralizzazione.

Cos’è un file Crypto Ledger?

La blockchain è popolarmente conosciuta come la tecnologia sottostante che supporta valute digitali o criptovalute. Pertanto, le reti crittografiche basate su blockchain, note anche come registri crittografici, sono piattaforme in cui gli utenti possono utilizzare le valute digitali per eseguire transazioni istantanee. Il libro mastro utilizza la crittografia per proteggere le transazioni ei loro dettagli. Inoltre, ogni libro mastro viene fornito con un meccanismo di consenso che governa il processo di verifica della criptovaluta in relazione alle sue transazioni e alle sue procedure di mining.

Cosa è il Bitcoin Ledger?

Bitcoin è stata la prima valuta digitale a utilizzare la tecnologia blockchain e rimane la criptovaluta più preziosa sul mercato delle criptovalute. Questo libro mastro ha un meccanismo di prova del lavoro che richiede agli utenti di risolvere complessi enigmi informatici prima che nuovi blocchi di transazioni possano essere aggiunti alla blockchain. Quando un utente completa con successo queste attività, la rete lo premia con una specifica quantità di Bitcoin; pertanto, il processo è chiamato mining di Bitcoin.

Poiché la blockchain è la tecnologia alla base del registro Bitcoin, la rete Bitcoin è decentralizzata e la rete è un registro privo di hack e manomissioni. Inoltre, il libro mastro consente agli utenti di effettuare pagamenti e transazioni istantanei a un costo ridotto, poiché la rete è libera dall’input di intermediari o figure centrali.

Un’altra caratteristica della blockchain di Bitcoin è la disponibilità di un sistema crittografico che richiede agli utenti di utilizzare le chiavi per accedere a qualsiasi cosa registrata sulla blockchain.

Il registro distribuito e le imprese commerciali

Per quanto riguarda la tecnologia di registro distribuito, le aziende di tutto il mondo stanno iniziando a incorporarla. Il potenziale di questa tecnologia ha portato alla sua crescita esplosiva e ad una buona dose di adozione istituzionale. Al momento disponiamo di molti database distribuiti da consorzi alimentati da gruppi di aziende che desiderano utilizzare la tecnologia per risolvere problemi specifici. Un esempio è il Corda DLT, che è un prodotto del consorzio R3. Il consorzio è composto da oltre 200 aziende ed è appositamente progettato per facilitare i pagamenti transfrontalieri istantanei. Alcune delle società che supportano questo progetto includono Barclays Bank, Citibank e UBS.

registro distribuito

Le applicazioni sono praticamente illimitate. Si può sostenere che questa tecnologia può essere utilizzata per qualsiasi attività commerciale online. Stiamo assistendo all’ascesa di unioni di credito Bitcoin, crowdfunds Bitcoin e persino alcuni dei migliori casinò Bitcoin hanno iniziato a implementare la tecnologia.

Un’altra iniziativa di registro distribuito che possiamo chiamare DLT consortile è B3i. Un totale di 13 aziende hanno fondato il consorzio e il progetto blockchain si concentra sull’uso del registro distribuito per ottimizzare il settore assicurativo. Inoltre, l’iniziativa Hyperledger, che ospita la Linux Foundation, è supportata da oltre 250 aziende. Alcune delle aziende che possiedono in modo indipendente progetti DLT includono Goldman Sachs, JP Morgan, IBM, Microsoft, Amazon e Google.

Il futuro del libro mastro distribuito

Poiché è ancora un concetto in crescita, l’implementazione della tecnologia di registro più distribuita è ancora nelle sue fasi iniziali. Come previsto, molti credono che la tecnologia probabilmente violerà le normative sulla privacy come il GDPR appena introdotto. Tuttavia, altri hanno affermato che la blockchain è più attenta alla privacy rispetto ai sistemi di database tradizionali. Inoltre, esiste la possibilità che l’intelligenza artificiale venga integrata nei registri distribuiti al fine di creare registri completamente automatizzati. Si può affermare con certezza che siamo stati in grado di assistere solo a un assaggio delle potenziali opportunità offerte dai sistemi che utilizzano il registro distribuito.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector