Come funzionano le transazioni Bitcoin?

Come funzionano le transazioni Bitcoin

Probabilmente hai molte domande su Bitcoin, la maggior parte delle persone lo fa. La criptovaluta e la sua tecnologia blockchain sottostante sono concetti tecnici impegnativi, anche per le persone che scrivono codici di computer per vivere. Se trovi confuso il concetto di criptovaluta, non sei il solo. Fortunatamente, puoi utilizzare questa tecnologia e raccogliere i vantaggi della criptovaluta senza padroneggiare la tecnologia. Tuttavia, dovresti capire come funzionano le transazioni. Quindi è qui che stiamo iniziando: come funzionano le transazioni Bitcoin?

The Rundown

Il trasferimento di fondi Bitcoin da un utente a un altro inizia con l’invio di una richiesta di transazione. Questo può essere fatto sul tuo computer o tramite un’app mobile. I nodi – altri computer sulla rete blockchain – verificano i dettagli della transazione. Le transazioni Bitcoin sono costituite da tre elementi separati: input (mittente), intestazione (informazioni su transazioni e fondi) e output (informazioni sul destinatario). 

Una volta verificati questi elementi, la transazione viene approvata, i fondi vengono trasferiti e la transazione diventa parte del registro pubblico di Bitcoin. Ogni transazione subisce 6 conferme prima di essere completamente verificata. L’intero processo può richiedere da 10 minuti a 16 ore. 

Si potrebbe avere l’impressione che questo processo elettronico sia facile da manomettere. Ma la bellezza di Bitcoin è che le sue transazioni sono infallibili. Il sistema non può essere ingannato da terze parti perché il processo di transazione Bitcoin si basa sulla tecnologia blockchain e ha requisiti di autenticazione rigorosi.

Questa panoramica generale delle transazioni Bitcoin serve come un ottimo punto di partenza per i tecnicismi più complessi coinvolti nel processo.

Immergersi più a fondo nel processo di transazione

Portafogli e chiavi: Tutte le transazioni BTC sono trasferimenti tra portafogli Bitcoin. Questi portafogli di criptovaluta in realtà non contengono i tuoi Bitcoin. Invece, memorizzano le tue chiavi crittografiche pubbliche e private, che tengono un registro di tutte le tue transazioni. La tua chiave pubblica è anche conosciuta come il tuo indirizzo sulla blockchain di Bitcoin, una stringa di 34 caratteri visibile a tutti. La chiave pubblica non mina la tua sicurezza né minaccia i tuoi fondi. Questo perché ogni chiave pubblica ha una chiave privata corrispondente composta da 64 caratteri. Hai bisogno sia della chiave pubblica che della chiave privata per decodificare un messaggio, che è essenzialmente ciò che è una transazione.

Il mittente ha bisogno solo della chiave pubblica per identificare il destinatario dei fondi. Il messaggio può essere decifrato – i fondi ricevuti – dalla persona con la corrispondente chiave privata. Quindi è fondamentale che la tua chiave privata rimanga privata. Chiunque abbia accesso alla tua chiave privata di 64 caratteri ha anche accesso ai tuoi fondi Bitcoin.

L’economia Bitcoin si basa su portafogli e chiavi per raccogliere e verificare le informazioni sulle transazioni Bitcoin. I portafogli sono spesso implementati come programmi di utilità che memorizzano le informazioni e gestiscono il trasferimento dei dati con la blockchain sottostante di Bitcoin, un database distribuito con migliaia di copie. Ti consigliamo di utilizzare un portafoglio affidabile. Ci sono molte storie dell’orrore su persone che buttano via accidentalmente dischi rigidi che contengono piccole fortune di Bitcoin perché si affidavano a un software per archiviare le loro chiavi private e non avevano copie scritte altrove.

Ogni transazione BTC deve essere firmata per essere valida. Il software Bitcoin crea una firma digitale basata sulla tua chiave privata e sui dettagli della transazione. Questa firma funge da prova che possiedi la chiave privata (senza rivelarla a nessuno sulla rete) e ti protegge da potenziali manomissioni. Le informazioni sulla transazione Bitcoin sono verificate e tutti i nodi sulla rete si assicurano che tu abbia autorizzato la transazione senza alcun rischio per la tua sicurezza e i tuoi fondi.

Nodi: Le transazioni vengono verificate dai miner che eseguono nodi completi. La rete Bitcoin non è supervisionata da un’istituzione finanziaria centrale che regola le transazioni: questa è una delle idee rivoluzionarie dietro Bitcoin. 

La rete è un sistema peer-to-peer in cui i nodi svolgono ruoli di manutenzione cruciali. I nodi completi sono gestiti da volontari che utilizzano i loro computer e la larghezza di banda per svolgere funzioni vitali. Scansionando, convalidando e distribuendo copie del registro blockchain, agiscono come un verificatore di transazioni Bitcoin.

Blockchain e funzioni hash: Qui è dove diventa interessante. Puoi pensare alla rete blockchain come a un database distribuito. È essenzialmente un insieme di registri delle transazioni distribuiti su tutta la rete. I nodi conservano copie del libro mastro e verificano la validità delle transazioni controllando i movimenti contabili precedenti.

Ogni transazione dal primo blocco genesis in poi viene registrata nella blockchain. Tutte le transazioni sono documentate tramite funzioni hash: puntatori decrittografati al blocco precedente della catena.

Ogni nuova transazione blockchain contiene i dettagli hash delle transazioni precedenti. Se qualcuno tentasse di manomettere i dettagli della transazione, dovrebbe calcolare nuovi hash crittografici e modificarli in tutte le voci precedenti. Come ulteriore livello di sicurezza, viene aggiunto un nonce. Questo numero arbitrario può essere utilizzato solo una volta in una comunicazione crittografica e fa sì che tutti gli hash terminino con due zeri. Qualsiasi attore malintenzionato che tenti di ingannare il sistema non solo dovrebbe modificare tutti gli hash precedenti, ma anche capire i numeri nonce.  

Anche se qualcuno riuscisse effettivamente a cambiare l’intera blockchain per adattarla alla sua falsa transazione, non sarebbe comunque in grado di ingannare il sistema, grazie ai nodi. 

Numerosi circa 10.000 in tutto il mondo, i nodi sono PC sulla rete Blockchain che scansionano tutte le transazioni e le confrontano con le proprie copie della blockchain. Il processo garantisce la validità di tutte le transazioni in attesa di Bitcoin. Una volta che i nodi hanno terminato la scansione, ha luogo una sorta di voto digitale. Se la maggioranza è convinta che la transazione sia legittima, viene approvata e i fondi vengono trasferiti.

Un foglio di libro mastro che contiene circa 3.500 transazioni è chiamato blocco. L’intero sistema di blocchi interconnessi è una blockchain. I blocchi vengono aggiornati automaticamente ogni 10 minuti, dopodiché non è possibile apportare modifiche retroattive. 

Abbiamo iniziato chiedendoci come funzionano le transazioni Bitcoin. A questo punto dovresti avere una migliore comprensione di questo complesso processo. La tecnologia blockchain è solitamente la parte più difficile da comprendere. Ecco un breve riepilogo di come funzionano le blockchain.

  • La blockchain di Bitcoin è una rete distribuita di registri contenenti i dati delle transazioni Bitcoin.
  • Un blocco è un foglio di calcolo di circa 3.600 transazioni.
  • Il sistema di blocchi interconnessi è chiamato blockchain.
  • Tutti i dettagli della transazione Bitcoin si presentano sotto forma di sequenze di 64 caratteri generate crittograficamente generate da una funzione hash.
  • Anche il minimo aggiustamento a qualsiasi bit di dati produce un hash completamente diverso, che funge da protezione contro la manomissione.
  • Gli input per la funzione di hashing includono l’hash del blocco precedente sulla catena, il che significa che qualsiasi tentativo di modifica sarà immediatamente visibile. Viene aggiunto un nonce per rendere le modifiche retroattive ancora più difficili.
  • Tutte le transazioni Bitcoin sono convalidate da nodi che verificano l’integrità della transazione confrontandola con le loro copie della blockchain.
  • Le transazioni Bitcoin in tempo reale vengono approvate quando i nodi concordano che è legittimo.
  • La blockchain viene aggiornata automaticamente ogni 10 minuti, dopodiché non è possibile apportare modifiche alle transazioni precedenti.

transazioni bitcoin

Elementi di ogni transazione Bitcoin

Ora che abbiamo demistificato la tecnologia blockchain, possiamo esaminare elementi specifici di ogni transazione Bitcoin.

Ingresso e uscita: Il tuo portafoglio elettronico non contiene i tuoi Bitcoin. Invece, contiene la chiave privata che ti consente di accedere al tuo indirizzo Bitcoin. Non metti mai le mani sul Bitcoin. Hai solo la prova delle transazioni – estratti conto bancari se vuoi. Le transazioni in entrata sono indicate come input.

Ad esempio, se qualcuno ha effettuato un trasferimento BTC di 5 BTC al tuo indirizzo, l’indirizzo del mittente verrà registrato sulla rete come input, mentre il tuo indirizzo verrà registrato come output. L’input serve come prova che hai ricevuto 5 BTC. 

Supponi di voler inviare 4 BTC della somma appena ricevuta a qualcun altro. Innanzitutto, il tuo indirizzo viene registrato come input e il destinatario come output. Ma come puoi inviare 4 BTC quando hai un input che mostra che hai ricevuto 5 BTC? L’ingresso non può essere tagliato a 4 BTC. Invece, 5 BTC verranno inviati attraverso il sistema e 1 BTC meno le commissioni di mining verranno rimborsate al tuo indirizzo dopo la transazione.

Questo rimborso viene elaborato dalla rete e inviato a un altro dei tuoi indirizzi. Ciò porta inevitabilmente il tuo portafoglio ad avere più indirizzi dal numero di transazioni Bitcoin. Dopo aver inviato una richiesta di transazione, il software combina diversi indirizzi per ottenere la quantità di fondi necessaria per la transazione. Sebbene sia possibile gestire tutto questo manualmente, in pratica tutti usano un portafoglio elettronico.

Come inviare fondi tramite il software Bitcoin Wallet

Ora che hai tutte le conoscenze teoriche sulle transazioni Bitcoin, vediamo come viene condotta nella pratica una transazione.

Passo 1: Apri il software del tuo portafoglio Bitcoin.

Passo 2: Ottieni l’indirizzo del portafoglio del destinatario. Puoi copiarlo o scansionare il codice QR.

Passaggio 3: Inserisci l’importo che desideri inviare e la commissione del minatore. La commissione funge da incentivo per i minatori che confermano i pagamenti Bitcoin e li aggiungono alla blockchain. La maggior parte dei software di portafoglio elettronico suggerisce automaticamente la tariffa del minatore appropriata.

Passaggio 4: Il processo di mining inizia a calcolare un hash.

Passaggio 5:  I minatori aggiungono la transazione nel blocco successivo da coniare.

Passaggio 6: Le transazioni si trovano nel cosiddetto mempool. Qui, le transazioni in sospeso attendono che i minatori che eseguono i nodi completi li aggiungano al blocco. I minatori decidono quali transazioni live di Bitcoin vengono elaborate per prime in base alle commissioni assegnate.

Passaggio 7: La transazione viene convalidata dai nodi.

Passaggio 8: Il software Wallet firma la transazione utilizzando la tua chiave privata personale.

Passaggio 9: Il primo minatore il cui mining rig risolve il necessario puzzle matematico aggiunge il blocco, inclusa la tua transazione, alla rete.

Passaggio 10: I nodi verificano e propagano il blocco alla rete.

Passaggio 11: Il destinatario vede la prima conferma della transazione.

Quanto tempo impiegano le transazioni Bitcoin?

Con il processo di una transazione Bitcoin spiegato, diamo un’occhiata a quanto tempo richiede la procedura. Ci sono due fattori principali che influenzano il tempo di elaborazione: il numero di transazioni e le commissioni del miner. Allora perché le transazioni Bitcoin richiedono così tanto tempo?

Le transazioni in bitcoin possono richiedere da 10 minuti a 24 ore. Tempi di elaborazione più lunghi si verificano durante periodi con volumi di scambio elevati. Ciò è spesso causato dalle turbolenze nel mercato Bitcoin o nell’economia in generale. Poiché il numero di minatori è limitato, un numero elevato di transazioni porta a periodi di attesa più lunghi.

La maggior parte delle volte, le commissioni sui minatori determinano quanto tempo aspetti prima che la transazione venga elaborata. Sapere come funziona l’intero sistema Bitcoin è fondamentale per capire come le commissioni dei miner influenzano il tempo di conferma di Bitcoin. 

La caratteristica più importante di Bitcoin è che è decentralizzato. Senza alcuna istituzione finanziaria centrale che supervisiona e regola il sistema, la rete Bitcoin si affida al P2P e a un gruppo di volontari per mantenere il sistema attivo. L’esecuzione dei nodi e il mining vengono eseguiti da individui senza un sistema gerarchico in atto. 

Tuttavia, ciò non significa che non siano ricompensati per il loro lavoro. Quando inviamo Bitcoin, paghiamo una commissione extra che incentiva i miner ad aggiungere le nostre transazioni ai blocchi. Tariffe più elevate motivano i minatori a dare la priorità alle singole transazioni.

Cos’è Bitcoin Mining?

Quindi: come funziona Bitcoin? Un aspetto importante dell’intero ecosistema Bitcoin Bitcoin mining. Questa pratica cruciale inietta nuova valuta nel mercato.

Il mining si riferisce a una pratica volontaria in cui i minatori che eseguono nodi sulla blockchain coniano nuovi blocchi a cui aggiungono le prossime transazioni Bitcoin. I minatori dedicano la potenza di elaborazione dei loro computer alla risoluzione di problemi matematici complessi che sono troppo complessi per essere eseguiti manualmente dagli esseri umani.

Il sistema si basa su un metodo chiamato prova di lavoro. Assicura che il processo di estrazione di nuovi blocchi sia abbastanza difficile da preservare l’equilibrio del mercato. Ma non è reso troppo difficile, in modo da non scoraggiare le persone dal partecipare o rallentare le transazioni.

Dato che ci sono migliaia di transazioni Bitcoin al giorno, i miner svolgono un ruolo cruciale in questa economia. Il mining verifica l’integrità delle nuove transazioni, aggiungendole alla blockchain. Produce anche nuovi Bitcoin che entrano in circolazione.

Oltre alle commissioni sui minatori, i minatori hanno il diritto di bloccare i premi: una parte del Bitcoin appena creato che viene fornito con blocchi appena estratti.

Difficoltà mineraria

La difficoltà di estrazione si riferisce a quanto sia difficile per i minatori risolvere le equazioni matematiche richieste. Il livello di difficoltà dipende dal numero di minatori attivi in ​​un dato momento. Man mano che il numero di minatori in competizione per produrre un hash Bitcoin aumenta, il sistema si adatta e aumenta i livelli di difficoltà. 

Quando il numero di blocchi creati diminuisce a causa del livello di difficoltà o di un minor numero di minatori, i livelli di difficoltà vengono riadattati. La difficoltà viene regolata ogni 2.016 blocchi, che di solito ammontano a circa due settimane. 

Come funzionano le transazioni Bitcoin quando si tratta di mining? Non devi essere un esperto in materia, ma essere istruito sul mining ti aiuterà a comprendere meglio il processo complessivo e perché è affidabile.

L’estrazione mineraria è fondamentalmente una competizione. I minatori competono tra loro per calcolare l’hash corretto. 

Bitcoin è stato originariamente estratto su CPU. Ma i minatori di Bitcoin si sono presto resi conto che potevano ottenere più potenza di hashing dalle GPU sulle schede grafiche dei sistemi di fascia alta. Oggi, il mercato è dominato da circuiti integrati specifici per applicazioni: computer realizzati appositamente per il mining. I minatori che eseguono ASIC di solito formano pool minerari, combinando le loro risorse per estrarre insieme e dividere i premi. 

L’unico metodo efficiente per aumentare il tuo saldo Bitcoin attraverso il mining è investire in ASIC, che possono costare fino a diverse migliaia di dollari. D’altra parte, il mining semplicemente non ripaga senza questa tecnologia.

Concludiamo con l’halving di Bitcoin. Questo è un processo che si verifica ogni 210.000 blocchi, una volta ogni quattro anni circa. In pratica dimezza i premi successivi ottenuti dal completamento dei blocchi e il numero di Bitcoin prodotti. 

Nel tempo, il mining diventa meno gratificante e i Bitcoin diventano più difficili da ottenere. Il sistema esiste perché esiste un limite massimo al numero di Bitcoin che possono essere estratti in totale: 21.000.000. Ma non preoccuparti. Secondo le stime, l’ultimo Bitcoin verrà estratto nel 2140.

Abbiamo iniziato chiedendoci, come funzionano le transazioni Bitcoin? Le informazioni che abbiamo fornito ti aiuteranno a comprendere questo processo famigeratamente complicato. Con questa conoscenza, puoi entrare nella rivoluzionaria valuta digitale mondiale. Anche se non hai intenzione di diventare un minatore, Bitcoin può essere utilizzato per qualsiasi cosa, dallo shopping online al gioco d’azzardo, con l’ulteriore vantaggio dell’anonimato. Qualunque sia il futuro per questa valuta digitale, Bitcoin ha cambiato per sempre la nostra visione delle valute e dell’economia in generale.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me