Gli orsi Bitcoin sono tornati per una mazzata?

BTC USD è ora fortemente ribassista, con successivi ribassi a settembre, ottobre e novembre 2019. Il prezzo prevalente si aggira intorno a $ 7.350 per unità BTC, significativamente inferiore alla media mobile a 50 giorni di $ 8.331,03 e alla media mobile a 200 giorni di $ 9.416,32. Sulla base degli attuali indicatori tecnici, i punti di rotazione per la coppia BTC USD indicano i seguenti livelli: punto di rotazione a $ 7.903,55, con il primo livello di resistenza (R1) a $ 9.246,96 e il secondo livello di resistenza (R2) a $ 10.922,16. Il primo livello di supporto (S1) si mantiene a $ 6.228,35 e il secondo livello di supporto (S2) a $ 4.884,94.

fonte: StockCharts BTC USD Bollinger Bands

Le bande di Bollinger (20,2) sono un importante indicatore tecnico anche nel trading di criptovalute. Queste bande tipicamente catturano circa il 90% dell’azione dei prezzi per la valuta digitale e quando il prezzo va al di sopra della banda, indica che Bitcoin è ipercomprato. Questo è un segnale forte che si verificherà una correzione ed è probabile un’azione di vendita. Quando i prezzi dei Bitcoin sono al di sopra della fascia, è una buona idea vendere la criptovaluta. Le attuali Bollinger Bands hanno un prezzo medio di $ 7.722,10, mentre il prezzo prevalente è di circa $ 7.350 per unità. L’estremità superiore delle bande di Bollinger si aggira intorno a $ 8.752,36 e la banda inferiore ha un prezzo di $ 6.691,83.

Sembra improbabile che BTC USD aumenterà verso la sua media mobile a 200 giorni, dato che ora ci sono divergenze significative tra il prezzo prevalente e le medie mobili di breve e lungo termine. Non c’è stato alcun consolidamento laterale nel prezzo di BTC USD in cui è probabile che i trader vedano le bande di Bollinger chiudersi intorno al prezzo del Bitcoin. Possiamo aspettarci che si verifichi un breakout di prezzo quando le bande di Bollinger si stringono attorno al prezzo di BTC USD – per ora è improbabile che accada, ed è stato osservato l’ultima volta a metà ottobre quando Bitcoin si è consolidato intorno al segno di $ 8.300. A quel punto, abbiamo assistito a un drammatico breakout verso $ 9.416 in poche settimane, prima che si verificasse un ulteriore consolidamento e il prezzo precipitasse a $ 7.000 a fine novembre..

Perché Bitcoin tende al ribasso?

Lo slancio ribassista che ha travolto l’arena delle criptovalute ha avuto luogo dal 26 giugno 2019, quando Bitcoin ha raggiunto un massimo di circa $ 12.800 per unità BTC. Da allora si è verificato un costante e consistente deprezzamento della criptovaluta di classifica mondiale al suo livello attuale di circa $ 7.350 per unità. Tuttavia, BTC USD ha iniziato il 2019 in modo non spettacolare, a $ 3.761 per unità. Se usiamo il prezzo prevalente all’inizio di dicembre come parametro, questa valuta digitale ha generato rendimenti del 100% dall’inizio dell’anno. Chiaramente, questa è a dir poco una performance spettacolare di Bitcoin, nonostante i numerosi pullback nel terzo e nel quarto trimestre del 2019. Gli indicatori tecnici sono in trend ribassista con la maggior parte degli analisti che attribuisce una vendita o un rating neutro a Bitcoin.

Alcuni analisti indicano che dicembre è un mese particolarmente significativo per Bitcoin. Ricordiamo che a dicembre 2018, Bitcoin ha toccato il fondo quando il prezzo ha raggiunto $ 3.166 per unità. Se torniamo indietro a dicembre 2017, Bitcoin ha superato i $ 20.000 per unità. La grande domanda è cosa succederà nel corso di dicembre 2019? Le prove stanno già tendendo al ribasso con i prezzi che si muovono notevolmente al ribasso. Il nocciolo della questione è che i trader stanno andando allo scoperto su BTC USD dopo settimane consecutive di perdite e rifiuti a più livelli di resistenza chiave. Coloro che credono che Bitcoin abbia perso quota sono certamente giustificati nelle loro opinioni e l’RSI (Relative Strength Index) supporta la nozione ribassista.

Alcuni speculatori ritengono che il drastico calo di Bitcoin sia dovuto in gran parte agli sforzi cinesi di reprimere la criptovaluta. La valuta digitale ha perso $ 3.000 in poco più di un mese tra ottobre e novembre 2019. Il governo cinese è determinato a limitare le operazioni delle aziende che lavorano con le criptovalute. Ciò segna un drammatico capovolgimento dal desiderio del premier di facilitare una maggiore adozione della tecnologia blockchain. Il Banca popolare cinese (PBOC) ha adottato un approccio rigoroso agli scambi di criptovaluta, e questo ha mandato i mercati in agitazione. Soprannominato “China Crackdown”, questo nuovo assalto a Bitcoin sta avendo un forte effetto ribassista sulla valuta digitale. Fortunatamente, Bitcoin non è estraneo all’attività di whipsaw nei mercati finanziari. Sale e scende con abbandono e questo è il corso per la criptovaluta di classifica mondiale.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Adblock
detector